top of page
  • Immagine del redattoreDott.ssa Nicol Tomasoni

L'importanza della prevenzione e della formazione

Tesi di Laurea CdL Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro; Università degli Studi di Brescia

"Nicol è la persona di riferimento per la Sicurezza in Ermes. Si è laureata nel Novembre scorso nel Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, all’Università degli Studi di Brescia. Il giorno della sua laurea è stato molto emozionante: Nicol ha discusso una bellissima tesi sull’importanza della prevenzione e della formazione, dal titolo “Indagine provinciale sulla qualità della formazione obbligatoria su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro erogata in contesti universitari e scolastici di vario tipo”, con relatore il Prof. De Palma Giuseppe e correlatore il Dott. Bignotti Alberto; ed è lei stessa a presentarcela sinteticamente in questo articolo. Ça va sans dire, è entrata a far parte della nostra squadra dopo appena qualche giorno." (Paride Spinelli)

Guarda questo grafico: mostra l’aumento delle denunce di infortunio e malattie professionali nei primi 8 mesi del 2022 rispetto all’anno precedente (2021).


La causa principale? La scarsa considerazione della cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro.


Considerato questo, mi sono chiesta: la formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro potrebbe essere la soluzione?


Per rispondere alla domanda e capire quale sia la situazione oggi, ho iniziato il mio lavoro individuando quali requisiti dovrebbe avere la formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per essere considerata un’efficace misura di prevenzione.

Ho elaborato perciò un questionario, diffuso a giovani lavoratori o studenti in fase di tirocinio presso aziende del territorio, composto da 30 domande, alcune a risposta aperta, divise in due parti: la prima parte, composta da 9 domande, indaga le conoscenze in materia; la seconda parte, composta da 21 domande, indaga l’esperienza dei soggetti durante i corsi di formazione.


Qualche risultato:

  • solo in 22 su 120 sono stati in grado di dare la definizione corretta di salute;

  • 62 su 120 conoscono almeno una norma in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro;

  • solo 3 su 120 sono stati in grado di dare una definizione quasi corretta di lavoratore.

In più, una gran parte dei soggetti preferisce frequentare corsi di formazione in aula, molti preferirebbero svolgere più esercitazioni pratiche; ma soprattutto la maggior parte dei soggetti ha riconosciuto l’utilità dei corsi di formazione come misura di prevenzione.


Dall’analisi delle risposte ricevute ho potuto individuare i requisiti che rendono efficace la formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: tenere in considerazione l’età dei discenti e quindi le modalità di insegnamento; creare una base culturale su cui costruire gli elementi propri del lavoro di ciascuno; e l’importanza della continuità della formazione.


È emersa la necessità di un cambiamento, della creazione di un sistema organico che possa accrescere e determinare l’importanza della cultura della prevenzione, un sistema sempre presente per i lavoratori che svolgono la loro mansione all’interno dell’azienda, e la possibilità di introdurre argomenti in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro già dalla scuola dell’infanzia.


Morire nel luogo di lavoro è ancora oggi una realtà quasi quotidiana. Gli infortuni mortali rappresentano sempre una grande sconfitta per tutti coloro che quotidianamente si occupano di sicurezza sul lavoro. Le domande che ci si pone sempre dopo il fatto sono: "Ma come è potuto accadere?" "Come si sarebbe potuto evitare?" "Si sarebbe potuto fare di più?".

Naturalmente nessuno (o quasi) degli infortuni sul lavoro dipende dal caso o dalla malasorte. Dietro ci sono sempre diversi fattori che, da soli o combinati tra loro, hanno portato all'evento. Non è certamente questa la sede per analizzarli tutti. Quello che è certo, ed emerge chiaramente anche dai risultati di questo lavoro di ricerca, è che la mancanza di una buona formazione sia una tra le cause che interviene quasi sempre.


Ecco perciò che le caratteristiche di questa buona formazione sono fondamentali per poter avere la possibilità di incidere realmente sul fattore Prevenzione, oltre ed insieme chiaramente ad una precisa, attenta e approfondita valutazione dei rischi specifici.

41 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page